Tai Ji Quan



"A partire dal più piccolo movimento, tutte le parti del corpo devono essere leggere, agili e collegate tra di loro. E' necessario stimolare l'energia vitale per concentrare l'energia spirituale. I movimenti non presentano nessuna imperfezione, né vuoti, né picchi, si susseguono ininterrottamente".

Con queste parole inizia il più antico trattato sul taiji Quan, quello di Zhang San Feng, risalente al XII secolo. Parole che descrivono ancora molto bene i nostri intenti quando, dopo 800 anni, pratichiamo il Taiji Quan.

Arte del movimento, arte marziale, disciplina psico-corporea, arte di condurre l'energia, ogni definizione risulta parziale e riduttiva, se volessimo rispondere esaurientemente alla domanda "che cosa è il taiji Quan?" Forse la pratica del taiji quan ci può aiutare a ritrovare la nostra vera essenza, come quando Laozi dice: "Concentrando la tua energia vitale e raggiungendo la flessibilità puoi diventare un neonato." Sicuramente la strada è lunga e non senza difficoltà, ma i perseveranti sono premiati!

In questo corso viene insegnato lo stile tradizionale della famiglia Yang, denominato "Yangjia Michuan Taiji Quan". Lavoro incentrato sulla ricerca del centro, sulla respirazione, sull’equilibrio.

Il corso è tenuto dal Maestro Gianvittorio Ardito